Musita

Contrada Passo Calcara, 552, 91018 Salemi TP
+39 0924 68576
info@musita.it

Due sorelle, Giuseppina e Maria, e due fratelli, Gaetano e Domenico, scrivono una storia che appassiona figli e nipoti, nel mettere in pratica gli insegnamenti del nonno Giuseppe, per il quale rispettare la natura e i suoi tempi, significa preservare le tradizioni e la genuinità dei veri valori della vita: i nostri vini sono un omaggio alla convivialità autentica, quella che si percepisce quando si è riuniti attorno a una tipica tavola siciliana: amore, buon cibo, sorrisi, dialoghi, serenità.

La cantina, da sempre all’avanguardia nel rispetto della natura e dell’ambiente, opera una viticoltura ecosostenibile: ogni vigneto viene coltivato tenendo conto della composizione specifica del terreno, della stagione e delle metodologie naturali più indicate.

La valorizzazione della biodiversità dei vitigni storici consente il mantenimento dei valori organolettici nel prodotto finale.

Uve di catarratto scelte con cura danno vita ad un elegante metodo charmat, dal carattere tipicamente siciliano, una linea di monovarietali biologici, che esprimono nella loro semplicità lo spirito mediterraneo del nostro territorio.

Il processo di vinificazione viene seguito in maniera attenta e scrupolosa dagli enologi Carmela Ardagna, Filippo Di Giovanna e Mattia Filippi.

Il team applica le migliori tecniche di vinificazione, da quelle tradizionali a quelle più sperimentali.
Di anno in anno, Musita affina le tecniche e i procedimenti, comparando condizioni climatiche, stato delle piante, concentrazioni chimiche nel terreno e nei grappoli con quelle rilevate negli anni precedenti. In questo modo l’esperienza migliora progressivamente ottenendo il massimo della qualità da ogni uva.
Il processo ha inizio in vigna con la selezione dell’uva migliore, sulla base degli standard stabiliti dal protocollo di qualità di Musita, applicato a tutta la filiera di produzione.

In cantina, i grappoli sono sottoposti a un’ulteriore selezione sul tavolo vibrante prima dell’operazione della pigia-diraspatura e pressatura. Quest’ultima è praticata in modo “soffice”, utilizzando la tecnica migliore, per preservare l’integrità della buccia e permettere così un’estrazione selettiva di tutte le sue componenti nella successiva fase di macerazione.

Le fermentazioni avvengono in vasche d’acciaio poste all’interno dello stabile, automatizzate e tutte con controllo della temperatura, secondo le moderne necessità enologiche.
Concluse le fermentazioni, i vini dell’annata, principalmente i rossi, subiscono un lungo e prezioso affinamento, in parte in vasche di cemento armato e in parte in barriques di rovere francese. Le diverse partite sono quindi assemblate e definite secondo le esigenze enologiche. Segue l’imbottigliamento in atmosfera protetta e l’affinamento finale in bottiglia.

Vendita diretta

Visita cantina

Degustazioni

Carrello
Inizia a digitare per vedere gli articoli che stai cercando.
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Privacy Policy - Cookie Policy